E’ diventato ormai un appuntamento fisso quello con il “bere consapevole”, infatti anche quest’anno “IPSSAR e sai cosa bevi” ha fatto il pieno di pubblico superando di fatto le 400
presenze.
Il divertimento a base analcolica ha conquistato tanto i giovani quanto gli adulti, attratti dal ricco buffet ma anche dalla musica di qualità che ha allietato la serata; Chiari Francesco
e Rita Zauli, del gruppo “La volta buona”, hanno proposto infatti classici del rock riarrangiati in chiave acustica, decisamente apprezzati dal pubblico.
Ai giovani e giovanissimi è stata dedicata invece un’intera sala presso cui il gruppo di animazione, coordinato dal settore ricevimento, ha proposto fino a tarda sera tanti balli e
moltissima simpatia. Nelle loro magliette arancioni e dietro i loro grembiuli verde fluo, i ragazzi dell’Alberghiero hanno saputo intrattenere gli ospiti con professionalità e con allegria, per una serata all’insegna del divertimento. In ogni angolo si potevano trovare stuzzichini ma anche piatti elaborati, come la fantastica paella, cocktail di frutta, succhi e bevande rigorosamente
analcoliche. Impeccabile il servizio di sala a cura della prof.ssa Lorella Ortolani, coadiuvata dal collega Domenico Silvagni, così come impeccabile è risultato il servizio di
cucina a cura dei prof. Giuseppe Goni, Alex Fabbri, Paolo Martelli, Katia Sangiorgi, mentre non secondario e anzi, decisamente lodevole, è risultata come sempre l’ampia collaborazione e la disponibilità del personale ATA.
Merito della buona riuscita dell’evento, oltre alla professionalità di alunni ed insegnanti, è stata certamente la presenza di numerosi sponsor di qualità, come l’azienda Fabbri 1905, che ha offerto i propri sciroppi, Conserve Italia con i suoi succhi, Natura Nuova, che ha fornito la frutta da bere, Agrintesa la frutta fresca e Baladin le bibite analcoliche, anche se non secondaria è risultata essere la sponsorizzazione di Sicla, Ricola , Cooperativa
Trasporti Riolese e CNA.

L’ampia partecipazione delle aziende locali ha confermato l’importanza del progetto che, anche quest’anno, ha visto la presenza all’ingresso di due agenti della Polizia
Municipale, che hanno voluto mostrare l’importanza di essere sobri alla guida distribuendo alcoltest e mostrando con speciali visori quanto cambia la percezione visiva dopo l’assunzione di alcolici.
Da non dimenticare però che “IPSSAR e sai cosa bevi”, curata dal professor Gennarino Abate e dal professor PierLuigi Conti, costituisce anche un appuntamento fisso con la gara di cocktail dei nostri bartender in erba; i ragazzi delle classi seconde infatti hanno potuto sfidarsi in professionalità e fantasia mettendo a dura prova la giuria, composta da Simona Vitali, giornalista della rivista “Sala e cucina”; Iannotti Massimiliano, referente dell’azienda “Fabbri 1905”; Ettore Diana, bartender Aibes, campione del mondo Pechino 2012; Limoni Michael, bartender del “Caffè del viale”, di Faenza; Pugliese Claudio, docente di sala IPSSAR Artusi di Riolo Terme e il professor Capriotti Ercole, docente dell’alberghiero “F. Buscemi” di San Benedetto del Tronto, partecipante con i propri alunni all’#hack4village.
A tutti loro si deve la premiazione degli alunni giunti finalisti, tra i quali vi erano anche Stefan Balas Marin, recentissimamente premiato con il primo posto alla Cocktail Mixologist YCM 2019 di Montecarlo, e Perugini Luca, premiato per la miglior decorazione all’interno della medesima competizione; quest’ultimo si è classificato secondo per “IPSSAR e sai cosa bevi”, mentre al primo posto ha trionfato Viola Piazza, di 2D; il terzo posto è andato invece alla bravissima Leoni Elisa, di 2A. Lo spazio dedicato alla competizione degli adulti ha visto premiare la professionalità di Sara Murri, della caffetteria wine bar “La loggia”, di Faenza.
Insomma, una serata ricca di emozioni, sapientemente gestita e giustamente apprezzata da quanti vi hanno partecipato.

 

Ufficio stampa
prof.ssa Giovanna Ziliani

 

GALLERIA DELLE FOTO

 


 

URP

ISTITUTO ALBERGHIERO STATALE "PELLEGRINO ARTUSI"

Via M.Tarlombani 7  Riolo Terme RA 48025

Tel: 054671113

Fax: 054671859

Email: rarh020004@istruzione.it

PEC: rarh020004@pec.istruzione.it

Cod. Mecc. rarh020004
Cod. Fisc. 90003100394

Codice iPA. istsc_rarh020004
Fatt. Elett. UFBLHI